Riconoscere la necrosi della polpa, malattia dei denti morti

Hai mai avuto o hai ancora grandi cavità ma nessun dolore? Quando ciò accade, molte persone in realtà li scoraggiano dall'andare dal dentista. Infatti è proprio in questo momento che dovresti essere triste perché è segno che il dente ha subito una necrosi pulpare. Necrosi è un termine medico per descrivere la morte dei tessuti. Nel frattempo, la polpa è il tessuto situato nello strato più interno del dente. La polpa è costituita dai nervi del dente e dai vasi sanguigni. Questo tessuto parte dalla corona del dente e continua a riempire la cavità radicolare del dente. In breve, la necrosi della polpa è un dente con un nervo morto. Ciò significa che la carie ha raggiunto lo stadio più grave e non può più essere riparata. Quando ciò accade, ci sono solo due opzioni di trattamento, trattamento del canale radicolare o estrazione del dente.

La necrosi della polpa può essere causata da:

La necrosi della polpa è la condizione più grave delle cavità, quindi prima che compaia questa condizione, ci sono molte fasi che devono essere superate. Questa malattia, solitamente sempre preceduta da carie, con le seguenti fasi:

1. Buchi nei denti

I denti sono costituiti da tre strati principali, vale a dire smalto, dentina e polpa. Lo smalto, o smalto, è lo strato più esterno e più duro. La dentina è il secondo strato sensibile agli stimoli del dolore e l'ultimo è la polpa come strato più profondo. Quando le cavità, i batteri attaccheranno prima lo strato esterno o lo smalto. I fori che si verificano nello smalto sono generalmente molto piccoli e non chiaramente visibili all'occhio. La maggior parte delle persone non sente il buco che si verifica in questo strato. Solo quando i batteri hanno iniziato a danneggiare lo strato di dentina, il buco ha cominciato a essere notato. Perché, quando arrivi a questo strato, i denti di solito iniziano a sentire dolore. Se non trattate, le cavità si approfondiranno e raggiungeranno la polpa.

2. La polpa inizia a infettarsi

Quando il buco raggiunge la polpa, questo tessuto si infetta e si infiamma. Questa condizione è chiamata pulpite. La pulpite è una condizione preliminare per la necrosi della polpa. Le persone che soffrono di pulpite, i loro denti si sentiranno molto dolorosi quando mangiano cibi e bevande fredde o calde. Nella pulpite grave, il dente può anche dolere da solo, anche se non c'è stimolazione dal cibo o da temperature fredde o calde. Il dolore causato dalla pulpite può anche far svegliare una persona durante il sonno perché sente dolore. Dolore che insorge quando la pulpite è acuta e lancinante.

3. Si verifica necrosi della polpa

Di solito, molte persone trattano la condizione della pulpite solo assumendo antidolorifici. In effetti, il dolore diminuirà, ma non tratti ancora la fonte del problema, vale a dire le cavità. Pertanto, i batteri continueranno a danneggiare la polpa e il tessuto dentale. Di conseguenza, il tessuto pulpare costituito dai nervi e dai vasi sanguigni del dente muore. La morte dei nervi dentali fa sì che i denti non rispondano più agli stimoli dolorosi, quindi non sentirai più dolore quando mangi o mastichi. I denti che sono morti da molto tempo finiranno per "marcire" e appariranno di colore nero. I denti saranno fragili e cadranno gradualmente, lasciando solo le radici dei denti. La necrosi della polpa può anche verificarsi improvvisamente in persone che hanno avuto un incidente o un impatto con un oggetto duro, causando la rottura del dente e la morte improvvisa del tessuto pulpare. [[Articolo correlato]]

Opzioni di trattamento per la necrosi della polpa

Non ci sono molte opzioni di trattamento che possono essere eseguite su denti che hanno subito necrosi della polpa. Perché questi denti non possono più essere salvati con otturazioni regolari. Ci sono due opzioni di trattamento che vengono generalmente eseguite per trattare i denti i cui nervi sono morti, vale a dire il trattamento del canale radicolare o l'estrazione.

• Trattamento del canale radicolare

I denti morti non devono essere estratti immediatamente. Se la radice del dente è ancora forte e rimane una corona sana e viene utilizzata come impugnatura, il dentista può eseguire un trattamento canalare. In questo trattamento, il tessuto pulpare morto viene rimosso dal canale radicolare. Successivamente, invece, il canale radicolare verrà riempito con un materiale speciale chiamato guttaperca. Dopo che il canale radicolare è stato trattato, il dentista può continuare il trattamento realizzandoti una corona a giacca. Le corone a giacca o le corone dentali sono un tipo di protesi che sostituirà la corona di un dente che è stato danneggiato.

• Revoca

Se il danno che si verifica nel dente è molto grave, inevitabilmente il medico deve rimuovere il dente. L'estrazione del dente sarà solitamente seguita dall'installazione di protesi, in modo che i denti vicino allo spazio vuoto non si spostino e rendano disordinata la disposizione dei denti. Le protesi vengono posizionate anche per motivi estetici e per ripristinare le normali funzioni orali come la masticazione e la pronuncia delle parole.

Cosa succede se la necrosi pulpare non viene trattata tempestivamente?

Se non trattata, la necrosi della polpa può portare a varie complicazioni, come:
  • Infezione
  • Febbre
  • Gengive gonfie
  • Mascella gonfia
  • Ascesso gengivale
  • Parodontite o infiammazione dei tessuti di supporto dei denti
Queste complicazioni possono causare dolore estremo e interferiranno sicuramente con le attività quotidiane. Se si verificano complicazioni, il trattamento sarà più complicato e difficile. Quindi, non limitarti a lasciare da sole le tue cavità, ma consulta immediatamente un dentista.

messaggi recenti