Perdite gialle e maleodoranti dopo il parto, quando dovresti andare dal medico?

Perdite gialle e maleodoranti dopo il parto possono essere vissute da alcune madri durante il puerperio. Di solito, il sangue puerperale che appare apparirà rosso. Allora, perché esce questo liquido giallo e maleodorante?

Cause di perdite gialle e maleodoranti dopo il parto

Lo scarico giallo è in realtà l'ultimo stadio del puerperio.Lo scarico dalla vagina durante il puerperio non è in realtà un fenomeno strano. Tuttavia, a seconda di quanto tempo sei stato nel puerperio, lo scarico può avere caratteristiche e colori diversi. Secondo uno studio scritto nel libro Gravidanza e parto: un approccio olistico al massaggio e al lavoro corporeo, in ogni fase del puerperio puoi sperimentare:
  • Lochia rubra : sangue puerperale che è di colore rosso scuro e dura da 3 a 4 giorni. Il fluido che fuoriesce è sangue fresco misto a cellule

    rivestimento dell'utero (cellule deciduali). Questo sangue puerperale odora di sangue mestruale.

  • Lochia sierosa: colore rosa-marrone che rimane per 5-6 giorni. Lochia sierosa contiene sangue rosso, globuli bianchi, batteri e altri organismi.

  • Lochia alba: scarico bianco giallastro che appare da 10 giorni a 4 settimane dopo il parto. Questo fluido contiene molti globuli bianchi, muco cervicale, batteri e altri organismi.
[[Articolo correlato]] Se trovi liquido giallo che esce dopo il parto, potrebbe essere che sei nella fase lochia alba . Cioè, hai superato la fase puerperale che sanguina sangue fresco. Tuttavia, lo scarico giallo e maleodorante dopo il parto può anche indicare che stai vivendo:
  • Fistola: un piccolo canale tra l'estremità dell'intestino e la pelle vicino all'ano. Ciò si verifica a causa di un'infezione vicino all'ano in modo che il tessuto circostante abbia pus e odori.

  • Infezione infiammatoria pelvica: un'infezione batterica che attacca la cervice, l'utero e le ovaie. Uno dei segni è lo scarico vaginale che ha un cattivo odore.
  • Malattia sessualmente trasmissibile: come la gonorrea, la vaginosi batterica e la clamidia. Il sintomo di queste tre malattie è lo scarico di muco giallastro che odora di pesce. Di solito, questa condizione è causata da rapporti sessuali non sicuri.

Come affrontare le perdite gialle e maleodoranti dopo il parto?

Pratica sempre attività sessuali sicure per evitare infezioni Durante il periodo postpartum, puoi mantenere la tua igiene genitale per accelerare il recupero della zona vaginale dopo il parto. Ecco come pulire correttamente i genitali femminili:
  • Mantieni sempre la vagina asciutta e pulita
  • Usa biancheria intima di cotone
  • Cambia sempre gli assorbenti ogni 4 ore
  • Lavarsi le mani con il sapone prima di toccare i genitali
  • Non indossare pantaloni attillati
  • Pulisci i genitali dall'esterno (dai genitali all'ano) in modo che i batteri dall'ano non vengano trasportati ai genitali.
  • Pratica sempre il sesso sicuro per evitare malattie sessualmente trasmissibili.
[[articolo correlato]] Tuttavia, se lo scarico è causato da un problema con gli organi riproduttivi o da un'infezione, potrebbero essere necessarie fasi di trattamento più specifiche. Ad esempio, se la causa dello scarico giallo e maleodorante è un'infezione batterica, il medicinale è un antibiotico prescritto da un medico.

Quando andare dal dottore

Rivolgersi immediatamente a un ginecologo se lo scarico giallo e maleodorante dopo il parto è caratterizzato da crampi addominali insopportabili.Lo scarico giallo e maleodorante dopo il parto può essere un segno di pericolo durante il periodo postpartum che può minacciare la salute della madre. Questo potrebbe essere un segno di un'infezione nell'area genitale e intorno all'ano. Perché fondamentalmente, il sangue puerperale normale non ha un odore sgradevole e pungente. Pertanto, consulta immediatamente un ginecologo se riscontri:
  • Sanguinamento eccessivo in modo che il tampone sia pieno in meno di un'ora
  • Grosso coagulo di sangue
  • Sanguinamento che ha un odore pungente e sgradevole
  • Crampi insopportabili
  • Vertigini e nausea
  • Visione offuscata.
  • Febbre o brividi
  • Da debole a svenire
  • Il battito del cuore era molto veloce.
La consultazione con un ginecologo è utile in modo da poter ottenere il giusto trattamento in modo che non causi altri rischi per la salute.

Nota salutareQ

Non devi preoccuparti. Dopo il parto più di 40 giorni è normale purché non vi siano emorragie eccessive o sintomi insoliti. Se hai ulteriori domande sull'assistenza domiciliare durante il periodo postpartum, puoi anche consultare un medico gratuitamente nell'app per la salute della famiglia SehatQ . Scarica l'app ora su Google Play e sull'Apple Store. [[Articolo correlato]]

messaggi recenti