Cellula killer naturale, parte del sistema immunitario per sconfiggere il cancro

Se c'è una parte del sistema immunitario naturale che è importante per curare il cancro, sono le cellule killer naturali o cellule natural killer. Queste cellule NK fanno parte dei globuli bianchi che possono uccidere le cellule tumorali o altre cellule che hanno il potenziale per danneggiare il corpo. In effetti, le cellule natural killer sono considerate più efficaci di altre terapie immunitarie. Fin dall'inizio, la ricerca su questo potenziale è stata continuamente sviluppata. Il principio è garantire che ci sia uno stimolo in modo che il corpo possa avere la capacità di sopravvivere o potere di resistenza. Tuttavia, proprio come le piante che hanno un potenziale antitumorale come l'erba perlacea, è necessaria un'esplorazione più dettagliata su questo argomento.

Da un secolo e continua a crescere

Più di un secolo fa, un chirurgo oncologico di New York di nome William Coley ebbe l'idea che il sistema immunitario combattesse naturalmente il cancro. Ha scoperto questo concetto dopo aver visto come uno dei suoi pazienti che soffriva di un'infezione della pelle ha migliorato le sue condizioni. Nella sua ricerca, Coley ha iniettato batteri attenuati in 1.000 pazienti. L'obiettivo è fornire uno stimolo affinché il corpo possa "sopravvivere". Il risultato è positivo. Da allora, William Coley è stato chiamato il "padre dell'immunoterapia" per le sue scoperte. Tuttavia, ci sono ancora alcune lacune in quanto Coley non riesce a spiegare come il suo metodo possa effettivamente uccidere le cellule cancerose o le cellule dannose per il corpo. Partendo dalle scoperte di un secolo fa, fino ad ora il potenziale delle cellule natural killer o cellule natural killer continuare ad essere ricercato. È parte integrante del sistema immunitario di ogni individuo.

Conosci le cellule natural killer

Le cellule natural killer o cellule NK sono una parte importante del sistema immunitario di una persona. Le cellule natural killer derivano dai linfociti e da parte dei globuli bianchi che possono aiutare a uccidere le cellule nocive nel corpo. Il numero di cellule NK nell'uomo è circa il 10-15% di tutti i linfociti del sangue periferico. Come funziona, le cellule natural killer rispondono ai microbi intracellulari uccidendo le cellule infette mentre producono citochine in modo che i macrofagi possano essere attivi. Se osservate, le cellule natural killer contengono molti granuli citoplasmatici e sulla superficie sono presenti marcatori distintivi. Cioè, le cellule killer naturali fanno parte dell'esercito principale del corpo per affrontare vari intrusi. A partire da virus, batteri, radicali liberi e soprattutto cellule cancerose. Quando ci sono cellule anormali, le cellule killer naturali pattuglieranno tutto il corpo per attaccarle. Non solo, solo il 15% di cellule natural killer si muove insieme a parti di altri globuli bianchi. Le cellule natural killer attaccheranno solo cellule anormali e patogene come le cellule tumorali e le cellule cancerose. Le cellule natural killer sono prodotte nel midollo spinale, nella ghiandola del timo, nelle tonsille e anche nella ghiandola della milza. Idealmente, le cellule naturali attaccano le cellule patogene prima che attacchino le cellule sane e causino infezioni. [[articolo correlato]] Quando combattono contro le cellule tumorali, le cellule natural killer attaccheranno le cellule anormali prima che si dividano in modo massiccio. Le cellule tumorali si staccheranno dalla colonia e si diffonderanno ad altri organi (metastatizzano). Grazie a questa capacità, le cellule natural killer sono riconosciute come il metodo naturale riconosciuto al mondo per prevenire il cancro.

Come funzionano le cellule natural killer

Più in dettaglio, le cellule natural killer funzionano in più fasi come segue:
  • Fase 1

Le cellule natural killer andranno in giro con i canali dei linfociti e altri a tutte le parti del corpo. Le cellule natural killer possono rilevare la presenza di cellule cancerose nel corpo. Non solo le cellule cancerose, ma anche le cellule natural killer possono attaccare virus e altri batteri.
  • Fase 2

Nel suo meccanismo, le cellule natural killer rileveranno quando ci sono cellule anormali o insolite. Questa condizione anormale può essere identificata dal comportamento, dalla forma, dai composti prodotti e dai componenti proteici.
  • Fase 3

Nella fase successiva, natural killer o cellule cellule natural killer leggerà il nucleo delle cellule che sono anormali. Se le tracce di DNA della cellula sono diverse dalle cellule del corpo umano, le cellule NK lo leggeranno come "nemico".
  • Fase 4

Non funzionando da sole, le cellule natural killer colonizzeranno in modo da poter attaccare in modo mirato. Le cellule natural killer attaccheranno le membrane cellulari estranee e prenderanno di mira il nucleo da danneggiare.
  • Fase 5

Nella fase finale, le cellule killer naturali segnaleranno ad altre cellule del sistema immunitario di unirsi all'attacco delle cellule anormali. La segnalazione avviene rilasciando ormoni. Le cellule anormali più e più forti si incontrano, maggiore è l'ormone prodotto dalle cellule natural killer. [[Articolo correlato]]

Note da SehatQ

Nel corpo di una persona sana, le cellule natural killer possono lavorare in modo molto intelligente nel distinguere le cellule normali da quelle non normali. Ecco perché le cellule killer naturali sono chiamate killer delle cellule cancerose naturali che funzionano in modo efficace. Tuttavia, quando il corpo di una persona si indebolisce o le cellule dei leucociti sono basse, il sistema immunitario, comprese le cellule natural killer, potrebbe non svolgere il suo lavoro in modo ottimale.

messaggi recenti