Adattamenti comportamentali di esseri viventi ed esempi

Ogni essere vivente ha bisogno di adattamenti comportamentali come parte del proprio istinto per sopravvivere in un determinato ambiente. Negli esseri umani, questi adattamenti comportamentali potrebbero non essere notati da te. Tuttavia, sia nelle piante che negli animali, si possono osservare questi adattamenti. Ciò che si intende per adattamento comportamentale sono le azioni intraprese dagli esseri viventi, siano essi umani, animali o piante, in modo che non si estinguano da questo mondo. La capacità di adattamento degli esseri viventi viene solitamente tramandata di generazione in generazione, ma può anche essere appresa imparando nuovi trucchi basati sull'esperienza.

Adattamenti comportamentali negli esseri umani

Un bambino di 6 mesi inizia a interagire con altre persone Nei Paesi Bassi è stato condotto uno studio per esplorare l'adattamento umano alla cultura e la sua influenza sul comportamento. Questi adattamenti possono essere osservati nei bambini, come segue.

1. 6 mesi di età

All'età di 6 mesi, un bambino interagisce con oggetti e altre persone, compresi altri bambini, in modo diadico. Ciò che si intende per interazione diadica è una forma di comunicazione con situazioni faccia a faccia.

2. Età circa 9-12 mesi

Inizia a impegnarsi in interazioni triadiche. Ad esempio, interazioni che coinvolgono contemporaneamente bambini, adulti e altre entità al di fuori di loro due, a cui entrambi prestano attenzione, come alcuni oggetti. In questa fase, lo sguardo del bambino inizia a seguire qualcosa che viene indicato dagli adulti. I bambini sono già in grado di imitare o imitare il comportamento degli altri.

3. Età 1 anno

All'età di 1 anno, i bambini iniziano a essere in grado di trovare la somiglianza dell'attenzione e del comportamento di una persona nei confronti di un oggetto e sono influenzati da una serie di condizioni. I comportamenti appena emersi a questa età mostrano che i bambini hanno già una migliore comprensione delle altre persone.

4. Età 18 mesi

Lo studio è stato condotto su bambini di 18 mesi che hanno osservato gli adulti fare qualcosa, ma hanno fallito. Anche se l'azione fallisce, il bambino è in grado di dedurre ciò che l'adulto vuole veramente fare. [[Articolo correlato]]

2 Tipi di adattamento comportamentale negli animali

Gli adattamenti comportamentali negli esseri viventi stessi sono divisi in 2 tipi, vale a dire quelli che si verificano naturalmente e quelli che vengono appresi.
  • Naturale (istinto):

    Adattamenti fatti istintivamente da animali o piante, ad esempio la capacità di ibernare, migrare o tessere ragnatele.
  • Imparato:

    Questi adattamenti comportamentali devono essere appresi dall'animale stesso, come cercare cibo, trovare riparo e costruire nidi.

Esempi di adattamenti comportamentali negli animali

La migrazione degli uccelli è un esempio di adattamento del comportamento animale Non pochi animali fanno adattamenti comportamentali per sopravvivere in determinate condizioni, ad esempio:

1. Uccelli e orsi

Con l'avvicinarsi dell'inverno, alcuni tipi di uccelli migrano verso luoghi più caldi per sopravvivere e mangiare. Tuttavia, la migrazione non viene effettuata da altri animali come gli orsi che preferiscono adattarsi a un ambiente freddo dormendo molto a lungo.

2. Camaleonte

I camaleonti apportano adattamenti comportamentali cambiando il colore del corpo per assomigliare a dove si appollaiano. Questo viene fatto in modo che non venga facilmente rilevato dal nemico e possa superare in astuzia altri animali che diventeranno la sua preda.

3. Scorpione, calamaro, seppia e polpo

Questi animali si proteggono rimuovendo i liquidi dai loro corpi. Gli scorpioni si proteggono con i loro pungiglioni, mentre calamari, seppie e polpi emettono un liquido simile all'inchiostro nell'acqua.

4. Lumache e pangolini

Le lumache hanno un'armatura dura e resistente chiamata conchiglia. Quando si sente in pericolo, la lumaca inserirà il suo corpo nel guscio. Nel frattempo, i pangolini hanno anche un guscio esterno duro e spesso. Quando si sente minacciato, il pangolino si raggomitola per non essere minacciato dai pericoli che si nascondono nell'ambiente.

5. Lucertola

Hai mai visto la coda di una lucertola spezzarsi mentre cercava di scappare? Era un esempio del suo adattamento comportamentale per ingannare il nemico. La coda della lucertola ricrescerà in un secondo momento.

6. Riccio

Le spine rigide e affilate del riccio vengono utilizzate per la sopravvivenza. Quando sono minacciati, i ricci svilupperanno le loro spine come una forma di autodifesa.

7. Walang sangit

Walang sangit è un insetto che si appollaia sulle foglie in cerca di cibo. Quando si sente minacciato, emette un cattivo odore dal suo corpo nella speranza di indurre il nemico a non essere predato.

8. Scarafaggi, furetti, coleotteri, serpenti non velenosi

Sapevi che questi animali fingono di essere morti se attaccati da un nemico? Sì, scarafaggi, tassi, scarafaggi e serpenti velenosi lo fanno come adattamento comportamentale per ingannare il nemico. [[Articolo correlato]]

Adattamenti comportamentali nelle piante

Le spine sulla rosa sono una forma di adattamento di questa pianta, non solo gli animali, ma anche le piante fanno adattamenti comportamentali. Di seguito è riportato un elenco di piante e dei rispettivi adattamenti:

1. Albero di teak

Questo albero di teak, molto usato per il suo legno, perderà alcune delle sue foglie durante la stagione secca. Questo adattamento comportamentale viene effettuato per ridurre l'evaporazione perché riceveranno meno acqua al di fuori della stagione delle piogge.

2. Salak, rose e figlia timida

Le piante di Salak, le rose e le figlie timide hanno spine su alcune parti della pianta. Queste spine sono utili come autoprotezione dai loro nemici.

3. Alberi di pangka, alberi della gomma e fiori di frangipane

Queste specie di piante apportano adattamenti comportamentali rilasciando linfa. Questa linfa può attaccarsi ai corpi degli animali che la disturbano in modo che non mangino parti della pianta.

4. Frutto Durian

La buccia del frutto del durian ha spine molto affilate perché serve come mezzo di autodifesa dal nemico. Hai notato questa serie di adattamenti negli esseri viventi?

messaggi recenti