Dejavu non è solo un ricordo qualunque, ecco la spiegazione

Dejavu è definito come la sensazione di essere stato in una situazione esatta simile alla situazione che stai vivendo attualmente. Era come se ci fosse un ricordo passato della situazione attuale che appariva improvvisamente. Il fenomeno del déj vu è spesso vissuto da molte persone, indipendentemente dal sesso. Si potrebbe dire che due persone su tre hanno sperimentato il déj vu ad un certo punto della loro vita.

Fatti sul deja vu

Deja vu è una condizione in cui ti senti familiare con le condizioni intorno a te. Ti senti come se avessi passato tutto questo esattamente allo stesso modo, anche se quello che stai passando in questo momento è probabilmente la tua prima esperienza. Questo evento può durare da 10 a 30 secondi e più di una volta in luoghi diversi. Se questo accade a te, non devi farti prendere dal panico, perché secondo alcuni studi, due o tre persone che hanno sperimentato il déj vu lo sperimenteranno di nuovo. Dejavu aka “déjà vu” deriva dalla parola francese che significa “già visto”. In effetti, ci sono ancora molti misteri irrisolti riguardo al fenomeno del deja vu. Tuttavia, sono noti i seguenti fatti:

1. Effetto dell'età

Il deja vu è più comune nelle persone più giovani. Questo fenomeno sarà sempre meno sperimentato con l'età.

2. Non so il genere

Sia le donne che gli uomini possono sperimentare il déj vu con frequenza relativamente uguale. Nessuno dei due gruppi di sesso l'ha sperimentato più o meno frequentemente.

3. Effetto dell'istruzione e dello stato socioeconomico

Sulla base di diversi studi, il déj vu è più spesso vissuto da persone che provengono da gruppi socioeconomici più elevati e hanno un livello di istruzione più elevato.

4. Frequenza di viaggio

Le persone che viaggiano più spesso hanno una maggiore tendenza a sperimentare il déj vu. Più viaggi, più è probabile che sperimenti il ​​déj vu. Secondo alcuni studi, il déj vu si verifica solo nell'11% delle persone che non viaggiano mai. Mentre nelle persone che viaggiano da 1 a 4 volte all'anno, il déj vu si verifica nel 41% di esse. E nel gruppo che ha viaggiato più di cinque volte all'anno, il 44% ha avuto un déj vu.

5. Effetti dello stress e della fatica

Diversi altri studi hanno rivelato che il déj vu è più comune quando una persona è stanca, stressata o sta vivendo entrambi.

6. Effetti dei farmaci

Alcuni farmaci possono aumentare la possibilità che si verifichi il fenomeno del déj vu. Uno studio riporta un caso in cui un maschio adulto mentalmente sano ha ripetutamente sperimentato un déj vu durante l'assunzione di farmaci amantadina e fenilpropanolamina insieme per curare l'influenza.

I fattori di rischio dietro il deja vu

Dejavu è un fenomeno comune sperimentato da molte persone, ma non troppe ricerche su questo argomento. Finora, le cause del déj vu in persone che non sono persone con psicosi o epilessia del lobo temporale possono essere classificate in quattro:

1. Fattore di attenzione

Le spiegazioni basate sull'attenzione suggeriscono che il déj vu può verificarsi quando la percezione iniziale si verifica quando il livello di attenzione di una persona sta diminuendo. Quindi, questa percezione continua fino a quando il livello di attenzione della persona è pieno. Ad esempio, il deja vu può verificarsi quando stai per chiudere a chiave la porta di casa, quindi la tua attenzione viene brevemente distratta dai suoni dei gatti intorno alla casa. Quando ti concentri sulla chiusura della recinzione, la prima percezione quando stavi per chiudere la porta è stata come se fosse successo. La distrazione che separa le due percezioni non deve essere di lunga durata. Bastano pochi secondi per dare un effetto dejà vu.

2. Fattore di memoria

La teoria basata sui fattori di memoria presuppone che l'innesco del déj vu sia il ricordo di qualche dettaglio nell'esperienza attuale. Ma la fonte di quel ricordo è stata dimenticata. L'assunto sorge perché gli esseri umani vedono innumerevoli cose durante il giorno durante la vita. Quando i nostri occhi vedono qualcosa, il nostro cervello non presta necessariamente piena attenzione e lo rileva. La prossima volta che vedrai qualcosa, le informazioni su ciò che hai visto prima lampeggeranno nel tuo cervello e ti daranno un effetto dejà vu.

3. Doppio fattore di elaborazione

Una spiegazione del déj vu dovuto alla doppia elaborazione suggerisce che due processi cognitivi che normalmente avvengono in sincronia sono momentaneamente fuori sincrono. Ad esempio, i sentimenti di familiarità e il processo di richiamo delle informazioni nel cervello non sono sincronizzati, oppure la percezione e la memoria sono improvvisamente fuori sincrono.

4. Fattori neurologici

La spiegazione dei fattori neurologici come causa del déj vu suggerisce che questo fenomeno derivi da lievi convulsioni nel lobo temporale in persone che non hanno l'epilessia. Anche un ritardo nella trasmissione neuronale tra gli occhi, le orecchie e altri organi percettivi con centri di elaborazione di alto livello nel cervello può innescarlo. Più fattori di elaborazione e fattori neurologici non possono essere studiati ulteriormente. Il motivo è che gli scienziati non hanno trovato una tecnologia sufficientemente sofisticata per eseguire i test. [[articolo correlato]] Mentre i fattori di attenzione e memoria sono stati supportati dalle prove scientifiche esistenti sulla cognizione cerebrale. Questi due fattori possono ancora essere testati empiricamente. Pertanto, non esiste una ricerca specifica che possa realmente dimostrare il fenomeno del déj vu. Si pensa che molti fattori siano il fattore scatenante.

messaggi recenti